La telefonata intercorsa tra il brigatista Valerio Morucci, poi dissociatosi dalla lotta armata, e il professor Franco Tritto amico della famiglia Moro, con la quale le Brigate Rosse annunciano l’avvenuta esecuzione dello statista e il luogo in cui si trova il cadavere