I presunti accordi tra la più nota organizzazione criminale al mondo e lo stato italiano hanno lasciato
una scia di morti e di interrogativi. L’interpretazione di Sabina Guzzanti nel suo controverso documentario.