Era  il 17 febbraio del 2011. A Bengasi, iniziarono le prime manifestazioni che avrebbero fatto crollare il regime.