Fa discutere il nuovo caso di violenza da parte della polizia americana nei confronti di un afroamericano di 28 anni, Nicholas Robertson, sposato e padre di 3 figli, ucciso da due agenti a Lynwood, nella Contea di Los Angeles. Il filmato ripreso con un cellulare mostra la vittima ferita e già a terra che viene sparata alle spalle e letteralmente “finita” a colpi di pistola dagli agenti.Secondo le prime ricostruzioni, gli agenti erano intervenuti perché Robertson era stato visto sparare alcuni colpi di fucile in aria. Quando la volante è giunta sul posto l’uomo si sarebbe rifiutato di abbassare l’arma scatenando la reazione dei poliziotti che hanno dato vita a una vera e propria esecuzione.Sulla vicenda è stata aperta un’inchiesta, ma l’accaduto rischia di incendiare la già forte polemica sulla violenza e su episodi di vero e proprio razzismo delle forze dell’ordine nei confronti degli afroamericani negli Stati Uniti.