“Noi abbiamo trovato Roma nelle stesse condizioni in cui Monti ha trovato il Paese prendendolo dalle mani di Silvio Berlusconi”. Ci va giù pesante il sindaco di Roma Ignazio Marino, alla conferenza stampa in Campidoglio sul risanamento di Ama. Il sindaco di Roma torna sullo scandalo di Mafia Capitale, sui debiti ereditati dalle amministrazioni precedenti e sulla gestione dell’azienda che si occupa dei rifiuti, definisce tutto una “melma” da cui promette di ripulire la città.”Qui c’erano i ladri e noi dovevamo prendere delle decisioni: fare un nuovo debito oppure fare un reset e mettere le cose a posto”.