Questo automobilista russo non scherza: il posto designato era suo? Ebbene, se l’è preso.