I problemi mondiali dell’alimentazione si possono risolvere, anche grazie all’esperienza di Expo Milano 2015. È la conclusione della First lady Michelle Obama, in visita all’Esposizione universale, nel suo secondo giorno a Milano: nel padiglione degli Stati Uniti incontra 60 studenti universitari americani che accolgono i visitatori. “Spero che più americani si prendano il tempo per visitare Expo” dice loro.”Troppo spesso nelle nostre comunità molte famiglie non hanno accesso a prodotti freschi. Ma camminando qui e vedendo cosa si può fare, pensando di esportare idee e innovazioni nel resto del mondo dove si soffre la fame, possiamo risolvere questi problemi”. Alcune di queste soluzioni, spiega Michelle, sono visibili nel padiglione Usa come gli orti verticali che potrebbero essere coltivati nei terrazzi e nei cortili.