Strage della follia a Napoli. Giulio Murolo, un infermiere 48enne incensurato ha sparato all’impazzata nel popolare quartiere di Secondigliano. Il bilancio, è di quattro morti e sei feriti. Le vittime sono la moglie di Giulio Murolo, il cognato, un tenente della polizia municipale e un passante in motorino. Feriti un altro vigile, due carabinieri, due poliziotti e un civile, tutti ricoverati in ospedale.