Uscirà il 7 dicembre Non c’è più religione, il nuovo film di Luca Miniero, ambientato in un paesino di una piccola isola, Porto Buio, i cui abitanti devono risolvere un problema molto spinoso: accingendosi a preparare l’annuale presepe vivente si accorgono infatti che il bambinello prescelto è infatti entrato nella fase dello sviluppo.

Il ragazzino ha la barba e i brufoli degli adolescenti e nella culla non ci sta proprio più. Perciò bisogna trovarne un altro a tutti i costi, rivolgendosi anche alle comunità ebraiche e arabe del luogo: con un lama al posto del bue e tre amici in lotta fra loro, al posto dei re Magi, sarà davvero un presepe vivente mai visto.