Oggi oltre 300 mila dipendenti delle banche incroceranno le braccia e scenderanno in piazza per protestare contro la disdetta unilaterale e anticipata dei contratti nazionali da parte dell’Abi.