Il caso sull’omicidio Nemtsov si complica anche perché i ceceni arrestati hanno iniziato a lamentare tutta una serie di questioni: Zaur Dadayev, ad esempio, ha smentito in modo categorico di aver confessato il delitto; Shagid avrebbe denunciato di essere stato picchiato e di essere stato costretto a confessare un delitto non commesso e stessa cosa è stata riferita anche da GubashevAnzor, invece, non ha ancora parlato.

La smentita della confessione di Dadayev sarebbe stata pubblicata dal Moskovski Komsomolets, che avrebbe parlato di una visita in carcere della giornalista Eva Merkaciova e del membro del consiglio per i diritti umani presso il Cremlino Andrei Babushkin. Sarebbero stati questi ultimi a riportare la notizia sia della smentita della confessione sia delle violenze subite in carcere dai presunti killer di Nemtsov. E’ per questo che la Merkaciova e Babushkin saranno interrogati dal comitato investigativo che si sta occupando dell’omicidio Nemtsov: i due rischiano di essere accusati di intralcio alle indagini.