A Bergamo una piccola folla ha accompagnato con urla e insulti l’uscita dal comando provinciale dei carabinieri di Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara Gambirasio, diretto sotto scorta verso il carcere.