L’Organizzazione Mondiale della Sanità, in una conferenza stampa a L’Avana, si è detta preoccupata per lo sviluppo della febbre che sta colpendo l’America Latina.