Un genio senza regole, campione di capolavori e di altrettanti flop colossali, enfant prodige senza eguali, capace di prendersi gioco di milioni di americani simulando alla radio lo sbarco dei marziani. Tutto questo è stato Orson Welles, di cui il 6 maggio si celebrano nel mondo i cento anni dalla nascita.