Diffuso da un’emittente australiana, il video inedito in cui Oscar Pistorius ricostruisce la notte di San Valentino 2013, nei momenti in cui è avvenuto l’omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, di cui lo stesso Pistorius è stato accusato, si è diffuso capillarmente in rete.

Gli avvocati dell’atleta hanno fatto sapere che il materiale pubblicato in rete è stato ottenuto illegalmente e in violazione all’accordo di non rivelarlo, che era stato preparato per essere utilizzato all’interno del processo e che nessun permesso è stato concesso per la sua diffusione.

Nelle immagini rubate dalla ricostruzione realizzata da una compagnia americana specializzata in animazione forense, l’atleta sudafricano Pistorius è ripreso mentre cammina senza protesi e tende una delle braccia, come se stesse compiendo l’atto di brandire un’arma. In altre immagini, l’uomo ha indossato le sue protesti e porta in braccio una donna (sua sorella, che si è prestata alla simulazione).