Dopo gli attacchi in Francia anche il mondo del pallone è sotto shock e la sicurezza negli stadi è una questione di primaria importanza. Secondo l’allenatore della nazionale tedesca però bisogna continuare a giocare.