Il triste primato è stato raggiunto soprattutto a causa di quattro Paesi che, non rispettando le norme internazionali, mandano a morte persino i bambini.