Il film documento Man of Wire  del 2008 (Un uomo tra le torri), diretto da James Marsh, che racconta minuziosamente come fu organizzata quell’inverosimile e virtuosa impresa. Un’azione che poteva costare la vita a Philippe Petit studiata nei minimi dettagli.

Autodidatta del funambolismo, diventato famoso per le sue traversate clandestine sul cavo a grandi altezze, fanno parte del suo lungo curriculum la traversata che nel 1971 unisce i campanili di Notre Dame a Parigi, quella di Sydney, che nel 1973 unirà le cime dei piloni nord dell’Harbour Bridge; e ancora la traversata delle Grandi Cascate di Peterson, quella delle cascate del Niagara, il Superdome a New Orleans, le guglie della cattedrale di Laon, in Francia.

Philippe Petit, il 7 agosto 1974, compie la sua impresa più famosa: la traversata delle Torri Gemelle del World Trade Center di New York.