“Una giornata molto importante, che rappresenta un punto di svolta”. Così il presidente di Pininfarina, Paolo Pininfarina, ha commentato l’acquisizione da parte dell’indiana Mahindra & Mahindra, colosso da 17 miliardi di dollari e 11 aziende, della storica casa di design, che ha realizzato, tra l’altro, autentici capolavori automobilistici italiani, tra cui alcune tra le più belle Ferrari, Lancia e Alfa Romeo di sempre.Una scelta che servirà a traghettare l’azienda verso il futuro, ha spiegato Pininfarina, che non ha negato le difficoltà dell’ultimo decennio, definito senza mezzi termini “una traversata nel deserto”.