Il presidente ucraino, Poroshenko, impegnato in un confronto a fuoco unilaterale contro i separatisti filorussi, ha garantito che le forze militari del Paese andranno avanti nell’offensiva contro i ribelli.

Proprio ieri 30 giugno 2014, un giornalista della prima rete della tv pubblica russa è stato freddato a colpi d’arma da fuoco nell’est Ucraina dai militari. Si tratta di Anatoli Klian, cameraman di 68 anni, che stava realizzando un reportage con alcuni ribelli che si trovavano vicini a un’unità militare ucraina nella regione di Donetsk.