Ethan Hawke vira sul thriller fantascientifico dopo i fasti intimisti di Boyhood.
La pellicola diretta dai fratelli Michael e Peter Spierig è un esempio di film basato sui paradossi temporali, essendo il viaggio nel tempo l’elemento cardine della trama.
Un agente specializzato in crimini temporali tenta con insuccesso di evitare un attentato terroristico, non riuscendo a evitare l’esplosione fatale. Dopo essere tornato molte volte sul luogo del delitto, avendo riavvolto il nastro del tempo, il protagonista si ritrova presto con un intreccio ancora più ingarbugliato di partenza.