Cadere in tre, uno dopo l’altro, nello stesso posto è davvero da record