Cosa succede se un potentissimo boss mafioso sta per morire e vuole lasciare il comando della sua spietatissima cosca a un figlio che non ha mai riconosciuto? Ma, soprattutto, cosa succede se quel figlio è un innocuo, ingenuo e goffo ragazzotto di 35 anni che fa il chierichetto e che è vissuto in un orfanotrofio di un paesino del Sud Italia?

Ce lo racconta Quel bravo ragazzo, film in cui Herbert Ballerina debutta nella veste di protagonista, accompagnato da Tony Sperandeo, Maccio Capatonda ed Enrico Lo Verso.