La scuola cambia: la rivoluzione nel mondo dell’istruzione arriva con il via libera del Consiglio dei ministri al disegno di legge fortemente voluto da Matteo Renzi. La riforma si articola in 10 punti. Classi pollaio e supplenti, secondo il governo, saranno solo un ricordo. Parola del presidente del Consiglio. Tra le maggiori novità, la possibilità per i presidi di scegliere i nuovi insegnanti da inserire in organico.