Se il presidente del Senato Pietro Grasso dovesse consentire di modificare quanto votato in “doppia conforme” da Montecitorio e palazzo Madama, “credo sarà opportuno convocare una riunione di Camera e Senato trattandosi di un fatto che ha dell’inedito. Già c’è il bicameralismo perfetto e paritario, se poi si tocca anche la doppia conforme…”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi parlando alla direzione del PD.”Se invece applicando Costituzione e regolamento senza stravolgimento, Grasso sta per intendersi su tutto ciò che non è doppia conforme, la soluzione si trova tra i 10 e i 12 minuti netti”, ha aggiunto.