Marco Bellocchio ritorna al cinema dopo il suo ultimo controverso film Bella addormentata incentrato sul caso Englaro.
In questa pellicola, in concorso al Festival di Venezia, il regista ritrova la natia Bobbio e vi ambienta una storia che attraversa il tempo.
In un imprecisato passato un convento è teatro di una storia di seduzione, morte e potere, di cui fa la spese Benedetta, una suora murata viva nella sua cella. Nel presente il luogo è abitato da un conte che di notte attraversa il villaggio per interrogare i suoi concittadini sulla situazione attuale.