I progressi della stampa 3D non si fermano e c’è chi ha iniziato ad ipotizzare la possibilità di creare cibo commestibile nello stesso modo in cui si crea un oggetto di plastica.