Dopo la fine dei lavori di restauro, che si sono protratti per quattro anni, si appresta a riaprire al turismo la spianata di fronte alla Sfinge di Giza, uno dei monumenti più celebri e visitati del mondo.Per gli esperti di antichità egizie, sempre avvolte da un fascino di mistero e di tenebroso occulto che di questi tempi sembra non guastare mai, si tratta in realtà di un’androsfinge, un essere mitologico con volto umano e corpo di leone.