Alan Ruschel è uno dei tre sopravvissuti del disastro aereo in Colombia: “È difficile trovare le parole. C’è un mix di sentimenti in me: da un lato l’allegria per poter essere qui con voi, dall’altra un lutto tristissimo perché ho perso molti amici. Devo andare avanti e pregare. Voglio pregare per i familiari, per chi è rimasto su questa terra e ha perso i proprio cari. Dio ha compiuto due miracoli con me: il primo facendomi sopravvivere, il secondo consentendomi di tornare a camminare. Farò di tutto per tornare a giocare”.