L’attacco alla scuola di Barcellona durante il quale un ragazzino di 13 anni ha ucciso un insegnante e ferito altre 3 persone con arco e frecce, ha riaperto un dibattito di difficile soluzione.