Sarebbe stato un ragazzo marocchino di 26 anni, Ayoub al-Qahzzani, ad aver compiuto l’attentato sul treno Amsterdam-Parigi che ieri ha fatto temere ancora che l’Europa possa essere colpita dal terrorismo islamico. Il giovane ha aperto il fuoco con un kalashnikov ma è stato subito fermato da tre soldati americani disarmati e in borghese che viaggiavano proprio a bordo del convoglio.

Stando alle prime informazioni che sono giunte, il marocchino avrebbe fatto parte di una cellula jihadista che nello scorso mese di gennaio era stata smantellata in Belgio e che sarebbe stata guidata da un cittadino belga di origini marocchine, Abdelhamid Abaaoud, conosciuto però con il nome di Abu Omar Soussi.