​Secondo la Corte dei Conti della Lombardia, l’ex igienista dentale ha usato soldi pubblici per fare spese personali