Napoli è sotto shock per la strage di Secondigliano. All’origine del massacro il bucato steso nel ballatoio e sconcerta proprio il futile motivo del folle gesto di Giulio Murolo. L’infermiere 45enne incensurato in servizio presso l’ospedale cittadino Cardarelli, ha ucciso 4 persone e provocato il ferimento di altre 6.Il terrore si è sviluppato in circa un’ora, a partire dalle 15, quando Giulio Murolo ha imbracciato un fucile a pompa che aveva in casa è e ha ucciso prima la cognata e il fratello