Ancora una strage a colpi di arma da fuoco negli Stati Uniti, ancora una volta in un campus. E’ successo nella cittadina rurale di Roseburg nello Stato dell’Oregon, dove un ventiseienne ha ucciso 10 persone e ne ha ferite altre sette, alcune gravemente, nello Umpqua Community College, una piccola scuola di formazione universitaria.L’uomo è stato ucciso dalla polizia dopo che aveva aperto il fuoco contro gli agenti che gli davano la caccia all’interno della scuola. Fonti vicine all’indagine, citate da diversi media americani, hanno riferito che si chiamerebbe Chris Harper Mercer.”L’insegnante ha bussato sulla porta e ha gridato: ‘Ehi, tutto bene laggiù?’, e subito dopo si sono sentiti spari a ripetizione e poi lei si è girata, ci ha guardati, era terrorizzata e a quel punto abbiamo capito che qualcosa non andava”.I media americani hanno ricostruito una storia fatta di odio e armi. In un profilo online, Mercer si descriveva come un conservatore repubblicano e sosteneva di odiare le religioni.