Anche la Svizzera comincia a filtrare i primi profughi che chiedono asilo: alla stazione di Chiasso, al confine con l’Italia, le guardie di frontiera con guanti in lattice si precipitano dentro un treno proveniente da Milano e ne escono poco dopo con una dozzina di africani.