Il grande gioco sullo scacchiere mediorientale si complica sempre di più: apre nuovi fronti di conflitto e riapre vecchie ferite. La guerra diplomatica scoppiata negli ultimi giorni nel mondo arabo tra sunniti e sciiti presenta conseguenze inaspettate anche per gli Stati Uniti, già in difficoltà nel cercare di combattere le crisi in Medio Oriente.L’amministrazione Obama teme che il conflitto tra Arabia Saudita e Iran possa far fallire gli sforzi americani nella regione, in particolar modo per fermare la guerra in Siria.