Istigazione al terrorismo: è questa l’accusa con cui è stata fermata a Palermo Khadgia Shabbi, una ricercatrice universitaria di nazionalità libica di 45 anni.La donna sarebbe stata in contatto con alcuni foreign fighters in Europa, facendo propaganda per la jihad attraverso i social network.Il gip di Palermo però non ha convalidato il fermo della donna, perchè non sussisterebbe il pericolo di fuga e ha preferito disporre l’obbligo di dimora.La donna, che vive in Sicilia da 3 anni, è stata monitorata per mesi in seguito ad alcune segnalazioni e sono stati accertati i suoi contatti con due foreign fighters, uno in Belgio, l’altro in Inghilterra.