Il prossimo 16 ottobre, distribuito da Good Film, arriverà nelle sale cinematografiche italiane The Lobster, film presentato all’ultimo Festival di Cannes (in cui si è guadagnato il Premio della Giuria) e diretto dal regista greco Yorgos Lanthimos (che partecipa anche alla sceneggiatura, insieme a Efthimis Filippou). Si tratta di una pellicola assai curiosa, se non altro per il tema toccato e per il modo in cui lo fa: fatti tragici – o apparentemente tali – si mischiano sapientemente a momenti di ilarità e comicità, in atmosfere che sembrano quelle tipiche dello humour britannico.

The Lobster è però una splendida storia d’amore, ambientata in un futuro prossimo, in un mondo in cui essere single non è più concesso e chi trasgredisce viene arrestato e condotto in una sorta di hotel, con l’obbligo di riuscire a trovare un partner nell’arco massimo di 45 giorni. Se ciò non dovesse accadere, la pena per il fallimento consisterebbe nell’essere trasformati in un animale a propria scelta e poi nell’essere liberati nei boschi. Uno degli uomini condotti all’hotel, David (interpretato da Colin Farrell) fugge disperato dalla struttura, si rifugia nei boschi, dove vivono i Solitari, e qui si innamora di una ragazza miope (interpretata da Rachel Weisz).