Dopo The Artist Michel Hazanavicius ritorna con una pellicola di grande impegno civile, ambientata durante la seconda guerra tra Cecenia e Russia.

Bérénice Bejo interpreta una responsabile dell’organizzazione europea per i diritti umani che incontra il piccolo Hadji, in fuga insieme al fratellino neonato dopo aver assistito alla morte dei genitori, sulle cui tracce si è messa anche la sorella maggiore. Parallelamente a queste storie vi è anche quella di Kolia, giovane recluta russa che partecipa al conflitto.