Non parla nessuno nel film di debutto dell'ungherese Myroslav Slaboshpytskkiy, ma The Tribe non è un film muto. Gli attori della pellicola sono infatti sordo-muti e i dialoghi di tutta l'opera avvengono nel linguaggio dei segni. Il giovane Sergey arriva in un istituto per sordo-muti e qui scopre presto che a regnare è una realtà spietata fatta di violenza tra compagni, prostituzione e sopraffazione. Non ci metterà molto ad ambientarsi, ma sulla sua strada incontrerà un amore estremamente pericoloso.