Un terzo trimestre tinto di rosso per JP Morgan. Il colosso bancario statunitense ha riportato nel terzo quarto una perdita netta di 400 milioni di dollari rispetto all’utile netto di 5,7 miliardi riportato un anno fa. Sul risultato hanno inciso 9,2 miliardi di spese legali che il gruppo bancario ha dovuto sostenere. Wells Fargo ha invece registrato nel terzo trimestre un utile netto in crescita del 13% a 5,58 miliardi di dollari rispetto ai 4,94 miliardi riportati nello stesso periodo dell’anno scorso.