Lungometraggio d’esordio di Laura Bispuri, presentato anche in concorso a Berlino.

La protagonista Alba Rohrwacher è Hana, ragazza albanese che dopo essere rimasta orfana, per non sottomettersi all’egemonia virile della comunità montana in cui abita, decide di diventare una vergine giurata: una donna che reprime la propria sessualità e che perciò può godere di tutti i diritti riservati agli uomini. Solo molti anni dopo, con un viaggio a Milano, le sarà possibile riscoprire la propria identità.