Viaggiare per il mondo può essere costoso, ma non per due blogger polacchi