La favela brasiliana ospita una cinquantina di famiglie che si rifiutano di cedere allo sfratto che permetterebbe al governo di proseguire la costruzione delle infrastrutture necessarie allo svolgimento delle Olimpiadi.