Il processo per l’omicidio di Yara Gambirasio che vede come unico accusato Massimo Bossetti è cominciato subito con un colpo di scena. I legali del muratore di Mapello hanno infatti richiesto che venga annullato dalle prove il prelievo di Dna che era stato compiuto sul loro assistito.

La difesa di Massimo Bossetti è quindi partita subito all’attacco nel processo per l’omicidio di Yara, appena iniziato ma destinato a far discutere parecchio e molto a lungo. La prima mossa da parte dei legali dell’uomo è la richiesta che venga annullato il prelievo della saliva che era stato eseguito quando non era ancora indagato